Articolo: Decreto Ristori-Quater – sostegno economico a causa del COVID-19

Decreto Legge n. 157/2020

L’art. 1 del D.L. n. 157/2020 ai commi da 1 a 5, con riferimento ai contribuenti esercenti attività di impresa, arte 0 professione (quindi sostanzialmente i titolari di partita IVA), dispone la proroga del versamento degli acconti IRPEF, IRES ed IRAP in scadenza il 30 novembre 2020
posticipandoli come segue:

  • al 10 dicembre 2020 per tutti gli esercenti attivita di impresa, arte o professione;
  • al 30 aprile 2021 per i soggetti, con ricavi/compensi 2019 non superiori a 50.000,00 Euro, che abbiano subito una riduzione del fatturato di almeno il 33% nel primo semestre 2020 rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente.

Il testo normativo non include esplicitamente nella sospensione in esame il versamento delle somme dovute a titolo di acconto INPS in scadenza il 30 novembre 2020 tuttavia, sulla base di quanto disposto dall’art. 18 comma 4 del D.Lgs 241/1997: “I versamenti a saldo e in acconto dei contributi dovuti agli enti previdenziali da titolari di posizione assicurativa in una delle gestioni amministrate da enti previdenziali sono effettuati entro gli stessi termini previsti per il versamento delle somme dovute in base alla dichiarazione dei redditi” a parere dello scrivente, si intende tacitamente prorogato con le medesime condizioni ed alle medesime scadenze anche il versamento dei contributi previdenziali INPS in scadenza il 30/11/2020.

SOSPENSIONE VERSAMENTI TRIBUTARI DI DICEMBRE 2020

L’art. 2 del D.L. n. 157/2020 sancisce, per imprese e professionisti con ricavi/compensi 2019 non superiori a 50.000,00 Euro che abbiano subito una riduzione del fatturato di almeno il 33% nel mese di novembre rispetto al medesimo mese dell’anno precedente, la sospensione dei seguenti versamenti in scadenza nel mese di dicembre 2020:

e ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente o assimilati e trattenute relative all’addizionale regionale e comunale;

  • IVA;
  • contributi INPS;
  • premi INAIL.

La suddetta sospensione opera anche per tutti i soggetti esercenti attivita di impresa, arte o professioni che abbiano iniziato l’attivita in data successiva al 30 novembre 2019.

I versamenti sospesi dovranno essere effettuati, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in umunica soluzione entro il 16 marzo 2021 0, mediante rateizzazione, in un massimo di 4 rate mensili di pari importo di cui la prima in scadenza entro il 16 marzo 2021.

PROROGA VERSAMENTI “ROTTAMAZIONE-TER” E “SALDO E STRALCIO” AGENZIA ENTRATE — RISCOSSIONE (EX EQUITALIA)

L’art. 4 del D.L. n. 157/2020, modificando l’art. 68 comma 3 del D.L. 18/2020, dispone l’ulteriore proroga al 1° marzo 2021 dei versamenti di tutte le rate in scadenza nel 2020 relative a “Rottamazione-ter” e “Saldo e stralcio” gia precedentemente prorogati al 10/12/2020.

AGEVOLAZIONE RATEIZZAZIONE CARTELLE AGENZIA ENTRATE — RISCOSSIONE (EX EQUITALIA)

L’art. 7 del D.L. n. 157/2020 interviene sulla disciplina relativa alla dilazione di pagamento di cui all’art. 19 del D.P.R. 602/1973 introducendo, per le rateizzazioni richieste dal 30 novembre 2020 al 31 dicembre 2021, le seguenti novita:

  • sono sospesi termini di prescrizione e decadenza:
  • sono sospese le iscrizioni di nuovi fermi amministrativi ed ipoteche:
  • sono sospese le procedure esecutive;
    il pagamento della prima rata determina l’estinzione delle procedure esecutive precedentemente avviate, a condizione che non si sia ancora tenuto l’incanto con esito
  • positivo o non sia stata presentata istanza di assegnazione, ovvero il terzo non abbia reso dichiarazione positiva o non sia stato già emesso provvedimento di assegnazione dei crediti pignorati;
  • e la soglia di debito entro la quale non si deve dimostrare con apposita documentazione la situazione di obicttiva difficolta finanziaria ¢ aumentata da 60.000,00 a 100.000,00 Euro;
  • viene aumentato da 5 a 10 il numero di rate che, se non pagate, determinano la decadenza dal beneficio della rateizzazione.

Inoltre, i contribuenti decaduti dai piani di rateizzazione prima dell’ 8 marzo 2020 potranno presentare una nuova richiesta di rateizzazione entro il 31 dicembre 2021, senza necessita di saldare le rate scadute alla data di presentazione della nuova domanda.

Infine, potranno essere disposte nuove dilazioni anche relativamente ai debiti per i quali, alla data del 31 dicembre 2019, si é determinata l’inefficacia delle definizioni agevolate disciplinate dal D.L. 193/2016 e dal D.L. 148/2017 (cosiddette “Rottamazione-ter” e “Saldo e stralcio”).

INDENNITA’ PER I LAVORATORI SPORTIVI

L’art. 11 del D.L. n. 157/2020, prevede l’erogazione da parte di Sport e Salute SpA (ex CONI), per_il mese di dicembre 2020, di un’indennita pari a 800,00 Euro in favore dei lavoratori impiegati con rapporti di collaborazione presso il CONI, il CIP, le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e dal CIP, le società e associazioni sportive dilettantistiche.

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on facebook
Share on twitter